Progetto Leonardo

I.T.I.S."Silvano Fedi" Pistoia

Automi

Precedente Home Successiva

 

Vi sono due possibili realizzazioni di automi, secondo lo schema di Moore e secondo lo schema di Meally.

Automa di Moore

Moore

Le uscite sono funzione delle variabili di stato all’uscita della rete di memoria.

Meally

Le uscite sono funzione delle variabili di stato e degli ingressi.

Proviamo a realizzare un automa secondo Moore. Per esempio possiamo prendere in considerazione un riconoscitore di sequenza di bit. Questo è un dispositivo in grado di fornire un livello di tensione alto in uscita ogni qualvolta nella successione di bit in ingresso compare una precisa sequenza di bit, ad esempio 001.

Il riconoscitore di sequenza è un sistema sequenziale in quanto deve <<ricordare>> quali sono i due bit ricevuti in precedenza.

Dobbiamo costruire il diagramma degli stati.

Supponendo di partire da S1 con l’uscita 0. Se arriva uno 0 si passa ad S2 con U=0, se arriva un 1 si rimane in S1 e così via fino allo stato S4 con l’uscita=1.

 


 

Gli stati si possono codificare in binario.

Per cui la mappa di transizione risulta:

Le mappe di eccitazione di ciascun flip- flop sono:


Da cui si ricava:


Da cui si ricava:

J1= I       K1=I

J2= q1I   K2=q1

e l’uscita:

U= q1 q2

 

Il circuito risulta: